SCELTA GUIDATA ALL'APPARECCHIO ACUSTICO
 
» Tipi di sordità
 
» Perché l'udito si deteriora
 
» Allarme udito
 
» News e iniziative
 
Tipi di sordità
Sordità di trasmissione

Sono quelle dovute ad una lesione in una qualunque delle sezioni dell’apparato di trasmissione del suono che si estende dal condotto uditivo esterno sino alla membrane basilare (es. otite cronica, catarro tubarico, otosclerosi, ecc.).
L’audiometria tonale ha una curva di soglia piatta, conduzione ossea buona, assenza di recruitment. L’audiometria vocale ha una curva di intelligibilità con pendenza normale, o più raddrizzata.

 
 
 

Sordità di percezione

La lesione dell’apparato uditivo ha sede nell’orecchio interno, per esempio nei recettori cocleari, nel nervo VIII, nelle aree corticali.
L’audiometria tonale ha una curva di soglia ad andamento irregolare, conduzione ossea scadente, presenza di recruitment se il danno è nella coclea, assenza quando la lesione ha sede nel nervo VIII o nei centri acustici.
L’audiometria vocale ha una curva di intelligibilità in notevole pendenza o a tetto o a cupola.


 
 
Sordità mista

Sono quelle dovute alla coesistenza di due lesioni, una delle quali lede l’orecchio medio e l’altra l’orecchio interno, oppure di una diffusione di una medesima lesione dall’orecchio medio a quello interno. L’audiometria tonale ha una curva di soglia che può assumere le forme più svariate, la conduzione ossea raggiunge valori di perdita più elevati per le frequenze acute.
L’audiometria vocale ha una curva di intelligibilità tanto diversa da quella normale quanto più importante è la componente percettiva; si possono quindi avere curve con pendenza maggiore della norma o a tetto o a cupola.